Zhuang-zi



Crescere e decrescere, colmarsi e vuotarsi, finire e ricominciare, ecco il ciclo del mondo.
 Così si deve intendere il grande compito che incombe a ciascuno e l'ordine universale che  presiede a tutti gli esseri.
 La vita degli esseri è simile al galoppo del cavallo. In ogni suo movimento si  modifica, in ogni suo istante si sposta. 
Voi mi chiedete quello che dovete fare e quello che non dovete fare? Ebbene, lasciatevi andare alle vostre trasformazioni naturali.

(Zhuangzi)